Ritiro 1 a 1 per i rifiuti elettrici Raee

smaltimento.jpgDopo tanta attesa finalmente sulla Gazzetta ufficiale è stato pubblicato il decreto che obbliga i rivenditori al ritiro ed allo smaltimento anche di piccoli apparecchi elettrici ed elettronici. In pratica dal 18 giugno 2010 in caso di acquisto di un nuovo elettrodomestico, grande o piccolo, il punto vendita o il distributore avrà l’obbligo di ritare gratuitamente il vecchio dispositivo provvedendo allo smaltimento tramite i centri raccolta. L’obbligo di ritiro Raee (Rifiuti di apparecchi elettrici ed elettronici) è valido anche per gli acquisti online o per corrispondenza. I grandi centri di distribuzionesi dichiarano già pronti per partire mentre qualche perplessità giunge dai piccoli centri vendita. Va detto che la speranza è quella di invertire l’attuale tendenza italiana di scarso riciclo dei prodotti Raee che per il momento si assesta ad un misero 10%. Per i rivenditori che non ottempereranno all’obbligo di ritiro e smaltimento di prodotti Raee è prevista una snazione che varia da 150 a 400 euro per ciascun articolo non ritirato.

Ritiro 1 a 1 per i rifiuti elettrici Raeeultima modifica: 2010-05-12T18:00:57+02:00da greeneconomy
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento