Energia osmotica, prima centrale in Norvegia

energia-osmotica.jpgL’Energia osmotica, conosciuta anche con il nome di Energia a gradiente salino, è ottenuta dalla differenza nella concentrazione del sale quando l’acqua di mare e l’acqua dolce dei fiumi si incontrano. La produzione di energia osmotica può quindi essere realizzata sulla foce dei fiumi di tutto il mondo senza causare danni all’ambiente e all’ecosistema. La quantità di energia che è presente in queste situazioni è infatti molto alta, ad esempio nei Paesi Bassi dove l’energia osmotica iniza a farsi largo per 3.300 m3 al secondo di acqua dolce che sfocia in mare l’energia è di 3.300 MW. Si stima che con una produzione di energia osmotica a pieno regime, si potrebbe soddisfare il 7% del fabbisogno mondiale. Alcune centrali sperimentali di energia osmotica sono attive dagli anni novanta, ma a breve in Norvegia entrerà in funzione una centrale per la produzione di energia che soddisferà le esigenze degli abitanti del luogo. Le dimensioni sono contenute e su un’area pari ad un campo da tennis saranno installati 2 mila metri quadri di membrane che genereranno circa 4 kilowatt. Per ora si tratta di una modesta quantità ma che servirà da traino alla realizzazione entro il 2015 di una centrale che produrrà 25 megawatt e che soddisferà il fabbisogno energetico di 15 mila famiglie.

Energia osmotica, prima centrale in Norvegiaultima modifica: 2010-03-19T15:00:00+01:00da greeneconomy
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento